0

SanPietroburgo.it s.r.l. - Via San Senatore n. 2 - 20122 Milano - Tel: 02-867211 / 02-84256650 - Fax: 02-700434094

ORARI APERTURA: lunedi/venerdi 9 - 18:00 orario continuato
Chiusura per festività natalizie: dal 31/12/2018 al 6/01/2019. Il 24.12 apertura 9-13

Home       Chi Siamo      Newsletter      Offerte       Area Downloads       Scarica il catalogo       Contatti

Tour individuali in hotel
Tour di gruppo in hotel
Viaggi in Camper
Viaggi a Samarcanda
Crociere Fluviali in Russia
Viaggi in moto
Transiberiana
Viaggi di Nozze in Russia
Viaggi in Cina
  Tour Georgia e Armenia
Viaggi di istruzione
Studiare Russo
  Visti per la Russia
  Altri visti
  Voli per la Russia
  Prenotazione Hotel
  Appartamenti
  Treni russi
  Vendita immobili
  Notti Bianche
  Hermitage
  Rivoluzione russa 1917-2017
  Auto d'epoca
  Anello d'Oro
  Cultura
  Vivere SPB
  Foto Gallery
  Saintpetersbourg.net
  Salento Viaggi Vacanze
  Appartamenti Otranto
  Scambio link




Da 1190 euro

valida fino al

11/01/2019

Da 1090 euro

valida fino al

11/01/2019

Da 1440 euro

valida fino al 11/01/2019

Da 1590 euro

valida fino al 11/01/2019

Da 1090 euro

valida fino al

11/01/2019

   Da 1090 euro

valida fino al

11/01/2019

   Da 1090 euro

valida fino al

11/01/2019

1440 euro

valida fino al

11/01/2019

1590 euro

valida fino al

11/01/2019

1190 euro

fino al 11/01/2019

1090 euro

fino al 11/01/2019

890 euro - tutto compreso!

offerta tutto compreso

fino al 11/01/2019

1090 euro

fino al 11/01/2019

890 euro - tutto compreso!

offerta tutto compreso

fino al 11/01/2019

Scopri tutte le nostre offerte del mese!


Cultura a San Pietroburgo
Letteratura russa Musica e teatri Musei Architettura
Letteratura russa Dostoevskij Puskin Pushkin Gogol
Esenin Turgenev
Griboedov Goncharov
Nabokov Akmatova Blok Brodskij

VLADIMIR VLADIMIROVICH NABOKOV

Nel centenario della nascita, mentre la critica internazionale lo indica, insieme a Beckett e Borges, nella triade maggiore del secondo Novecento, persiste intorno a Nabokof un alone di elusività. Notissimo il suo nome — legato soprattutto a Lolita — relativamente poco frequentati i suoi testi, molti dei quali scomparsi dai cataloghi editoriali, alcuni appena riaffiorati negli ultimi anni.


Linguisticamente e culturalmente extraterritoriale, Nabokof rappresenta un'idea di letteratura fondata sulla moltiplicazione illusionistica di un'immagine centripeta. Estraneo all'impegno sociale e all'insegnamento morale, Nabokof smantella con gioiosa iconoclastia i luoghi comuni e le convenzioni letterarie. Costruisce trame parodistiche, attraversate da giochi verbali, lampi ironici, sgomenti metafisici.



VITA

VLADIMIR VLADIMIROVICH NABOKOVIl celebre scrittore di Lolita nacque a Pietroburgo nel 1899 da una famiglia di vecchia nobiltà russa che, dopo la rivoluzione del 1917, emigrò in Occidente. La sua formazione, dunque, è fortemente ascrivibile alla sensibilità europea, di cui ha saputo svolgere momenti e dilemmi senza abbandonare però quel senso del dramma tipico della cultura russa.
Laureatosi a Cambridge, fece dell'Europa la sua casa, vivendo prima in Francia e poi in Germania, anche se i primi scritti attribuiti all'artista sono ancora in russo (motivo per cui si diffusero per lo più fra gli immigrati del suo paese).

Appassionato di farfalle, Vladimir Nabokov coltivò per gli insetti una passione che divenne una vera e propria professione. Nel 1940, quando si trasferì negli Stati Uniti (nel '45 prese la cittadinanza americana), lo fece per diventare ricercatore entomologo. Da allora scrisse in inglese. Naturalmente, il geniale scrittore non abbandonò mai la letteratura, tanto che in seguito, per ben undici anni insegnò letteratura russa alla Cornell University di Ithaca. Alternando per l'appunto l'attività di entomologo a quella letteraria (indimenticabile rimane una sua foto che lo ritrae in una boscaglia a con la retina in mano intento a cacciar farfalle).

Nel 1926 uscì il suo primo romanzo, "Masenka", a cui seguirono un paio di anni dopo "Re donna fante" e poi via via "La difesa di Luzin" (una storia basata su un'altra sua grande passione, gli scacchi), "L'occhio", "Camera oscura", "Gloria" e il racconto kafkiano "Invito a una decapitazione". Sono tutte opere che in gran parte si possono tutte definire capolavori, mirabili sintesi fra temi tipicamente russi, come quello dello sdoppiamento, e crisi del romanzo tipicamente europeo.


Ma uno scrittore come Nabokov non poteva rimanere neanche indifferente ad una realtà come quella americana, con i suoi drammi, le sue miserie e le sue contraddizioni. La solitudine tipica di una società così fortemente individualistica, il tema del soggetto sospinto da numerose forse di tipo seduttivo e commerciale non potevano essere ignorate dal grande spirito dell'artista russo. Lolita Nabokov
Sull'onda emotiva di questa analisi introspettiva scrive !La vita vera di Sebastian Knight! e, nel 1955 pubblica il libro che gli darà fama imperitura, lo scandaloso e sublime "Lolita". Invero, con l'uscita di questo romanzo la notorietà di Nabokov schizza alle stelle in un batter d'occhio, subito il tema (quello della relazione morbosa fra un maturo professore e un'imberbe ragazzina), e lo stile del romanzo lo mettono al centro dell'attenzione critica internazionale, influenzando poi in seguito una schiera smisurata di autori.

Passato il momento caldo di Lolita, Nabokov diede alle stampe altri libri di grande spessore, come ad esempio "Pnin", ironica esplorazione del mondo dei college statunitensi, e "Fuoco pallido" anch'esso ambientato nel mondo dei college. La capacità dello scrittore, anche in questo caso, di svelare ciò che si cella dietro le apparenze dell'uomo medio occidentale e nevrotizzato non hanno eguali. Alcuni romanzi ancora usciranno dalla penna di Nabokov, non tutti valutati come avrebbero meritato ed oggetto di tardive riscoperte.


Non bisogna poi dimenticare che Nabokov è stato anche un eccellente critico letterario. I suoi studi si sono concentrati soprattutto sugli autori della madre patria e fra i quali è doveroso citare almeno il fondamentale saggio "Nikolaj Gogol'"(1944). Importante, inoltre, la traduzione in inglese, con tanto di commento personale, dell'Evgenij Onegin di Puskin. Altri saggi su scrittori europei dell'Ottocento e del Novecento sono stati raccolti nelle postume Lezioni di letteratura (1980). Una raccolta di interviste e articoli, anche di argomento entomologico, è in Opinioni forti pubblicato in italiano anche con il titolo Intransigenze.


Vladimir Nabokov si è spento a Montreaux il 2 luglio 1977.

OPERE


La prima produzione: l'ibrido culturale

Iniziò scrivendo liriche di stampo simbolista e nel 1926 uscì il suo primo romanzo dal titolo Mašenka al quale seguirono, nel 1928, Re, donna, fante che vuol essere una parodia del romanzo tradizionale.
Nel 1929 pubblicò una storia sugli scacchi, argomento prediletto da Nabokof, ricco di metafore, dal titolo "La difesa", al quale fecero seguito "L'occhio" nel 1930 che narra, in stile pirandelliano, la vicenda di un russo emigrato a Berlino. Nel 1932 pubblica sulla falsariga di un poliziesco "Camera oscura", nel 1933 un romanzo dal tono enigmatico, "Gloria" e nel 1935 "Invito a una decapitazione" che risente chiaramente degli influssi kafkiani.
In questi romanzi si avverte l'ibrida cultura di Nabokof che ripropone i temi della letteratura russa, come quello dello sdoppiamento esistenziale di Dostoevskij e del grottesco di Gogol', fondandoli con le nuove forme che, tra le due guerre, stavano rivoluzionando l'idea stessa del romanzo.


Lolita KubrikLa seconda produzione: la nuova realtà sociale

Un ulteriore approfondimento della già intensa ricerca formale di Nabokof, si ebbe con il passaggio alla lingua inglese e soprattutto con il contatto della diversa realtà sociale che lo scrittore si trova ad affrontare dal 1940 vivendo negli Stati Uniti.
La frammentazione dell' identità individuale nella società contemporanea diventerà il tema fondamentale della narrativa di Nabokof dando luogo alla scrittura di romanzi come "La vera vita di Sebastian Knight" (The real life of Sebastian Knight) nel 1941, "I bastardi" (Bend Sinister) nel 1949 e in seguito i romanzi di vita americana.


I romanzi di vita americana

Nel 1955 venne pubblicato con grande successo il romanzo Lolita che fece conoscere Nabokof ad un pubblico mondiale offrendo una perfetta immagine "interna" dell'America, con i suoi miti e le sue ossessioni, soprattutto il sesso.
Il romanzo ebbe molta influenza sugli stessi narratori americani della nuova generazione e, in modo particolare, su John Barth.
Dopo Pnin del 1957 che esplorava in modo ironico la realtà dei colleges americani, lo scrittore riprende il tema producendo, nel 1962, una delle sue opere formalmente più mature, "Fuoco pallido" (Pale fire).
Segue, nel 1969, Ada (Ada or ardor: A family chronicle) che offre una suggestiva sintesi dell'arte di Nabokof. Ritornano in questo romanzo, stravolti da una scrittura ironica, tutti i temi dello scrittore: l'ambigua duplicità della realtà, la passione del gioco, del puzzle, l'ossessione del sesso.


I racconti e gli ultimi romanzi

Tra i racconti vanno citati quelli raccolti in La dozzina di Nabokof (Nabokov's dozen) del 1958 e in Il quartetto di Naboko'v (Naboko'v quartet) del 1967 mentre tra i romanzi più tardi Cose trasparenti (Transparent things) del 1973, Guarda gli arlecchini (Look at the arlequins) del 1974 e Parla, ricordo (Speak, memory) del 1967 che è la ricerca autobiografica del passato russo cancellato dalla storia.

I saggi critici e le traduzioni

Nabokof fu anche un eccellente critico di letteratura russa e a lui dobbiamo il bellissimo saggio su Nikolaij Gogol' del 1944. Altri saggi su scrittori europei dell'Ottocento e del Novecento sono stati raccolti postumi nel 1980 nell'opera Lezioni di letteratura . Tra le traduzioni inglesi si ricorda quella commentata dell' Evgenij Onegin di Puskin.Lolita Nabokov


Nabokov e l'entomologia

La sua carriera di entomologo fu altrettanto notevole. Nel 1940 gli fu affidato l'incarico di organizzare la collezione di farfalle al Museo di Zoologia Comparata dell'università di Harvard. I suoi scritti in questo campo sono molto tecnici. Questa tecnicità, combinata al fatto che la sua specializzazione era il genere Polyommatini della famiglia Lycaenidae, relativamente poco attraente, ha comportato che questo lato della sua vita sia rimasto poco esplorato dagli ammiratori delle sue opere letterarie.


Il palentologo e saggista Stephen Jay Gould ha discusso l'entomologia di Nabokof in un saggio ristampato nel libro I Have Landed. Goud rileva che Nabokof è stato occasionalmente uno scienziato 'retrogrado', non accettando mai, ad esempio, che la genetica o il numero di cromosomi potesse essere un valido modo per distinguere le varie specie di insetti. Alcuni ammiratori di Nabokof hanno provato a riconoscere un valore letterario a tali lavori scientifici, rileva ancora Gould. Altri hanno sostenuto che la sua opera scientifica ha dato un contributo fondamentale alla sua opera letteraria. Gould afferma invece che entrambe traggono origine dall'amore di Nabokof per i dettagli, l'osservazione e la simmetria.



Museo NabokovNABOKOV E SAN PIETROBURGO


Museo Nabokov a San Pietroburgo

Questa incantevole residenza di città del XIX secolo è la casa di cui trascorse l’infanzia Vladimir Nabokof, il famoso autore di Lolita, forse il più versatile e il meno facilmente classificabile tra gli scrittori russi moderni.
Nato da una famiglia benestante nel 1899, Nabokof visse in questa casa dalla nascita fino al 1917, quando la famiglia lasciò il paese. La casa compare spesso nella magnifica autobiografia "Parla, ricordo" (Mondadori, Segrate 1984), in cui Nabokof la descrive come un ‘paradiso perduto’. Lo scrittore non vi fece mai ritorno e morì all’estero nel 1977.
In realtà nel museo non c’è molto da vedere, a parte alcuni incantevoli interni (non perdete il fantastico soffitto di quercia intagliato della biblioteca) e vari manufatti connessi in qualche modo a Nabokof. Il museo è prevalentemente un centro culturale che ospita festival, mostre d’arte ed eventi speciali e offre assistenza a studenti e accademici. Nel 2001 è anche stato per un breve periodo un locale notturno riservato ai soci.

www.nabokovmuseum.org
Bolshaya Morskaya ul 47
11-18 da martedì a giovedì, 11-17 venerdì, 12-17 sabato e domenica
Metro Sadovaya

NABOKOV E L’ITALIA


Viaggio

Esiste la documentazione di un viaggio intrapreso da Nabokof in Italia alla ricerca di tutte le farfalle presenti nei più grandi dipinti della nostra tradizione.


Premio letterario internazionale

L’agenzia letteraria Interrete (www.interrete.it) ha istituito il Premio letterario Vladimir Nabokov per opere edite con la partecipazione del sito letterario www.domist.net.


BIBLIOGRAFIA


In italiano…

Carosso A., Invito alla lettura di Vladimir Nabokov, Mursia, Milano, 1999.
Pavan S., Nabokov: una vita, Castelvecchi, Roma, 1994.
Sebregondi M. e Porfidi E., Vladimir Nabokov, Marcos y Marcos, Milano, 1999.


In russo…

AA. VV., A. S. Puskin i V. V. Nabokov: sbornik dokladov mezdunarodnoj konferencii: 15-18 aprelja 1999 g., Dorn, Sankt-Peterburg, 1999.
AA. VV., V. V. Nabokov: pro et contra: licnost i tvorcestvo Vladimira Nabokova v ocenke russkih i zarubeznyh myslitelej i issledovatelej: antologija, Russkogo hristianskogo gumanitarnogo instituta, Sankt-Peterburg.
Nosik B., Mir i dar Nabokova: pervaja russkaja biografija pisatelja, Penaty, Moskva, 1995.
Sachovskaja Z., V poiskach Nabokova: otrazenija, Kniga, Moskva, 1991.


In lingua straniera…

Buhks N., Vladimir Nabokov et l'emigration, Institut d'etudes slaves, Paris, 1993.
Connolly J. W., Nabokov and his fiction: new perspectives, Cambridge university press, Cambridge, 1999.
Cornwell N., Vladimir Nabokov, Northcote House, in association with the British Council, 1999.
Johnson D. B., Worlds in regression: some novels of Vladimir Nabokov, Ardis, Ann Arbor, Michigan, 1985.
Milbauer A. Z., Transcending exile: Conrad, Nabokov, I. B. Singer, Florida international university press, Miami, 1985.
Shrayer M. D., The world of Nabokovs stories, University of Texas press, Austin,1999.
Tammi P., Russian subtexts in Nabokovos fiction: four essays, Tampere university press, Tampere, 1999.

 

TOUR RUSSIA CLASSICA 2017 - 10 giorni / 9 notti 1290 EURO! Prenotazione entro il 28 febbraio 2017 - CONSULTA L'OFFERTA!

TOUR CAPITALI RUSSE 2017- 8 giorni / 7 notti 1190 EURO! Prenotazione entro il 28 febbraio 2017 - CONSULTA L'OFFERTA!

TOUR SAN PIETROBURGO 5 giorni / 4 notti SOLO 790 EURO TUTTO COMPRESO! CONSULTA L'OFFERTA!

CROCIERA FLUVIALE Mosca - San Pietroburgo 11 giorni / 10 notti 1490 EURO! Prenotazione entro il 28 febbraio 2017 - CONSULTA L'OFFERTA!

Scarica il documento completo sulla proposta Tour Russia Classica 2017

Scarica il documento completo sulla proposta Tour Capitali Russe 2017

Scarica il documento completo sulle proposte TOUR SAN PIETROBURGO 2017

Scarica il documento completo sulle proposte CROCIERE FLUVIALI MOSCA - SAN PIETROBURGO

Contattateci per maggiori informazioni



Home Servizi ON-LINE! Contatti Area Downloads Visti per la russia Viaggi in camper in russia Privacy Condizioni generali di vendita
SanPietroburgo.it s.r.l. - Via San Senatore n. 2 - 20122 Milano - Tel: 02-867211 / 02-84256650 - Fax: 02-700434094

ORARI APERTURA: lunedi/venerdi 9-18.00 orario continuato. Chiusura per festività natalizie: dal 31/12/2018 al 6/01/2019. Il 24.12 apertura 9-13

1999 - 2017© Copyright -  Sito realizzato da 650Mb web agency - made in Salento 
Page Rank Check
Contatta sanpietroburgo.it
anche su:
Sanpietroburgo.it su facebook Sanpietroburgo.it su Twitter Sanpietroburgo.it su Flikr Sanpietroburgo.it su myspace Sanpietroburgo.it su You tubeSanpietroburgo.it su Bliklist Sanpietroburgo.it su BiggerPocket Sanpietroburgo.it su B Kontakte Sanpietroburgo.it su Viaggiatori.net Crocierissime.it